Diritti passeggeri UE

I diritti di chi viaggia in treno

L'Unione Europea ha stabilito che le persone che prendono il treno hanno particolari diritti sulle tratte internazionali all'interno dell'Unione.

Un problema che molti viaggiatori conoscono bene quello dei ritardi ed in proposito ricordiamo che i consumatori hanno diritto a ricevere informazioni puntuali per decidere come comportarsi.

Se, ad esempio, previsto un ritardo entro l'ora si ha diritto ad annullare il biglietto e chiedere un rimborso (eventualmente parziale nel caso si abbia beneficiato di parte del viaggio previsto).

I viaggiatori che subiscono disagi per treni in ritardo hanno, inoltre, diritto a ricevere pasti e da bere ed eventualmente anche un alloggio se sia previsto il pernottamento.

Se la corsa ferroviaria in ritardo o cancellata rendono inutile l'intero viaggio si potrebbe aver diritto anche a ricevere un biglietto gratuito per il ritorno o ad esservi accompagnati con altri mezzi.

Un altro aspetto importante quello dei rimborsi: quando finalmente si riesce a salire sul treno gravemente in ritardo possibile chiedere rimborsi ed in particolare si potrebbe avere diritto ad una compensazione del 50% sul costo del biglietto se il ritardo supera le 2 ore e del 25% con il ritardo inferiore alle 2 ore ma comunque oltre un'ora. Tale rimborso non per riconosciuto nel caso in cui il viaggiatore fosse stato informato del ritardo prima d'acquistare il biglietto ed abbia proceduto ugualmente.